Tour della Provenza in Camper: tra Lavanda in Fiore e Sentieri d'Ocra

Con questo breve tour della Provenza in camper ti portiamo all’interno di un caleidoscopio di colori e sfumature davvero emozionante.

Paesaggi meravigliosi e magici, soprattutto nel pieno dell’estate.

E a riguardo potremmo avere una sorpresa per te in futuro…quindi tieniti pronto!

Quando Partire

Il periodo migliore per programmare un viaggio in Provenza?

Beh, visto che il fulcro è la fioritura della lavanda ti consigliamo di partire tra giugno e agosto, quindi in piena estate.

Anzi, il top si raggiunge proprio a luglio quando la lavanda viene tagliata e vengono organizzate fiere e feste a tema.

Campi sterminati di lavanda in fiore.
Campi sterminati di lavanda in fiore.

Ti avvertiamo subito che quindi farà caldo, molto caldo.

L’altopiano di Valensole in particolare è infatti una distesa immensa pressoché priva di ombra, ed ecco perché il nostro consiglio è di non farti mancare crema solare, cappellino e una bella scorta d’acqua fresca.

Ma per un camperista questo non è certo un problema, no?

Porta inoltre con te una macchina fotografica, perché qualche scatto della lavanda in fiore è davvero un must.

Quanto giorni servono per questo viaggio in Provenza?

Diciamo quattro per stare comodi, ma puoi ovviamente anche affrettarti di più o rallentare.

Valensole

Partiamo proprio da Valensole, la patria per eccellenza della lavanda.

E infatti pensa che presso l’altopiano che circonda il paese e che è noto proprio col nome di “plateau di Valensole” si produce fino all’80% di tutta la lavanda mondiale.

Ti troverai davanti a chilometri e chilometri quadrati (circa 800) di campi coltivati, tutti tinti di viola durante il periodo di fioritura della pianta.

Uno degli scorci più iconici di Valensole
Uno degli scorci più iconici di Valensole: lavanda e alberi con la chioma a cuore.

Potrai passeggiare tra la lavanda in fiore, ma fai attenzione a non calpestare nulla e a non disturbare gli insetti intenti a ronzare di qua e di là.

Armati ovviamente di macchina fotografica, e ti garantiamo che soprattutto al mattino presto e al tramonto riuscirai a portarti a casa scatti meravigliosi.

Per avere la speranza di evitare la folla, sicuramente tra i due momenti l’alba è più indicata.

E’ in inglese, ma qui ti lasciamo una guida ai punti più fotografabili dei campi di lavanda, non solo di Valensole: siamo certi ti sarà d’aiuto!

Visto che siamo pignoli va detto che in realtà qui non è coltivata solo la lavanda propriamente detta, ossia la Lavandula angustifolia, ma anche la sua variante ibrida nota col nome di lavandino.

La differenza tra le due piante?

La “vera” lavanda è un arbusto cespuglioso che può raggiungere il metro di altezza, ma il suo ramo è più piccolo rispetto a quello del lavandino.

Da quest’ultimo però si ottiene un olio essenziale fino a 4 volte più profumato e performante rispetto a quello prodotto dalla pianta originale.

distilleria Lavandes Angelvin.
La celebre Distilleria Lavandes Angelvin.

Un ottimo profumo francese alla lavanda realizzato proprio con i fiori coltivati qui?

Quello a marchio Fragonard, la cui fabbrica e il cui museo abbiamo visitato a Grasse.

Ancora più autoctoni i tanti prodotti, dai saponi agli oli essenziali, della mitica Distilleria Lavandes Angelvin: più a Km 0 di così..!

Per sostare col camper ti consigliamo un’area con solo carico acqua proprio nel plateau: le coordinate GPS sono N 43.84670, E 5.98413

Manosque

Sempre di lavanda parliamo andando a Manosque.

Anche se questa cittadina dal centro storico a forma di anello è piacevolissima da visitare al di là della lavanda, è durante la fioritura di questa pianta che guadagna quel tocco in più.

Distese interminabili di lavanda al tramonto
Distese interminabili di lavanda al tramonto, l’immagina più bella della Provenza.

Certo non parliamo dei campi sconfinati di Valensole, ma Manosque ha comunque il suo bel perché.

Qui trovi inoltre la sede di un’altra casa cosmetica famosa un po’ ovunque: l’Occitane en Provence.

Col camper puoi usufruire del Camping Flower Provence Vallée.

Roussillon

Abbandoniamo un attimo il blu violaceo della lavanda e spostiamoci a Roussillon.

Questo borgo è particolarmente famoso per i giacimenti d’ocra che sorgono tutto intorno, ed in particolare per il Sentiero delle Ocre.

sentiero dell'ocra di roussillon
Il rosso dell’ocra fa sembrare Roussillon un piccolo Grand Canyon.

Ricorda un po’ il Grand Canyon, con pareti rosse che si accendono di mille sfumature calde a seconda dell’ora del giorno e di come la luce solare le colpisce.

Il sentiero può essere percorso a piedi con un cammino da 30 minuti o con uno da 60, e ovviamente anche questo è un paradiso per gli amanti della fotografia.

Vale comunque la regola del “guardare ma non toccare”, perché questa meraviglia della natura va preservata con la massima attenzione.

Con il camper puoi sostare presso il Camping Arc en Ciel.

Gordes

Gordes è il tipico villaggio provenzale arroccato sulla cima di una collina, famoso per essere stato il set del film “Un’ottima annata” con Russel Crowe.

E’ annoverato tra i borghi più belli di tutta la Francia, e a ragione.

Gordes al tramonto
La suggestiva Gordes al tramonto.

Spettacolare al tramonto, vanta un bel castello medievale e una vocazione contadina, con i suoi mulini e le sue “Borie“, le costruzioni realizzate in pietra secca.

Di certo particolare anche il Museo del Vetro Colorato, ma chi viene qua in visita c’è una cosa particolare che non può perdersi: l’Abbazia di Senanque.

Per sostare col camper ti consigliamo l’area sosta comunale in Rue de la Gendarmerie (N 43.914930, E 5.197560), dotata di acqua e camper service.

L’Abbazia di Senanque

L’Abbazia di Senanque è un centro religioso cistercense che si trova nel territorio di Gordes.

Il suo impianto originale risale al 1148, e insieme alle abbazie di Le Thoronet e Silvacane costituisce le “Tre Sorelle Provenzali”, così chiamate perché appunto sono le uniche esponenti dell’architettura cistercense in tutta la Provenza.

L'abbazia di Senanque con la lavanda in fiore
La tipica immagine di Senanque circondata da lavanda.

Sicuramente l’avrai vista ritratta in qualche cartolina immersa tra la lavanda, ed infatti è celebre anche per questo.

Durante la sua fioritura, che come ti abbiamo detto raggiunge il suo culmine a luglio, la lavanda colora i prati di fronte all’Abbazia, e non si può non dedicarle qualche bello scatto.

Perché le fotografie dell’Abbazia di Senanque circondata da lavanda sembrano tutte uguali?

Perché non puoi entrare all’interno del campo, ma solo fotografarlo da dietro la recinzione che lo protegge.

Lavanda a parte però concediti un po’ di tempo per visitare l’Abbazia in sé: è davvero uno spettacolo.

Col camper puoi sostare presso il Camping Des Sources, comodo per visitare sia l’Abbazia che Gordes.

Tour della Lavanda: le Nostre Conclusioni

Questo piccolo e breve viaggio in Provenza tra i campi di lavanda e l’ocra rossa è giunto al termine.

Meno dettagliato del solito?

Forse sì, ma per due ragioni.

La prima è che più avanti vogliamo raccontarti i singoli luoghi uno per uno, e la seconda è che prima o poi vogliamo portarti a scoprire questa regione strepitosa della Francia in un modo un po’ diverso dal solito.

Curioso?

Per ora devi avere pazienza, ma presto saprai tutto.

Tienici d’occhio allora e…alla prossima!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Chiara Mandich
Chiara Mandich

Classe 1985, camperista dalla nascita, è sia l’autrice dei testi del sito che di alcune delle fotografie.