Lepa Vida: la Cantina Slovena con Camper Stop

Lepa Vida e Fabio che degusta-min
Lepa Vida e Fabio che degusta-min

Ti abbiamo già raccontato diverse volte, ad esempio nel nostro articolo generale sulla Slovenia, che questa è una terra dove si produce tanto vino: Lepa Vida è il primo posto dove l’abbiamo degustato.

Si tratta di una cantina a conduzione famigliare, poco distante da Vipava, con una storia davvero interessante alle spalle e tanti vini deliziosi da farti provare.

E non dovrai neanche preoccuparti di rimetterti alla guida non del tutto sobrio: nel cortile del Lepa Vida, Irena e la sua famiglia hanno creato un bel camper stop.

Ma andiamo con ordine.

La Storia di Lepa Vida

La storia della cantina Lepa Vida è strettamente collegata a quella della Slovenia stessa.

Certamente saprai che questa Nazione ha raggiunto l’indipendenza solo nel 1991, e che prima ha attraversato un periodo molto buio dato dalla dominazione dell’ex Jugoslavia.

In quegli anni era assolutamente vietato produrre vino e venderlo: l’intera produzione doveva essere ceduta allo Stato, se non per una piccola parte che veniva lasciata agli agricoltori per consumo personale.

Irena che racconta
Irena ci spiega le origini di Lepa Vida.

Fu solo nel 1987 che le cose cambiarono, e uno dei primi produttori che iniziò a vendere il suo vino fu il padre di Irena, l’attuale proprietaria di Lepa Vida insieme al marito Matija.

Un celebre artista sloveno, per dare un nuovo vigore a questo settore in fase di sviluppo, creò sei bottiglie dal design unico, e una di queste fu donata a Roman, il padre di Irena.

La bottiglia si chiamava Lepa Vida, e da allora questo è il nome della cantina di famiglia.

Il Significato di Lepa Vida

Ma cosa vuol dire Lepa Vida?

E’ un inno alla gioia di vivere, e anch’esso ha dei rimandi storici molto importanti.

Irena ci ha raccontato infatti che anticamente le madri slovene, non appena partorito e quindi in grado di allattare per un lungo periodo, partivano per l’Egitto.

Siamo nell’epoca della costruzione del Canale di Suez, e queste madri prendevano servizio presso i ricchi inglesi come balie e nutrici.

Mandavano ogni mese tutto il loro stipendio a casa, in Slovenia, e con esso garantivano il sostentamento ai figli che avevano lasciato là.

bottiglia vecchia e nuova
La bottiglia originale e l’attuale.

Parliamo di anni difficili e di atti di vero amore, perché solo una madre sa quanto può essere duro allontanarsi dai propri bambini, specie se appena nati.

Un inno alla vita in pratica, e da qui il nome della bottiglia, che in origine aveva le linee sinuose tipiche del corpo femminile.

Oggi, per motivi di praticità nell’imballaggio, la bottiglia è diversa, ma il rimando alla storia perdura nell’etichetta.

Vediamo infatti la figura di una donna stilizzata, dai contorni poco netti come se fosse colpita dalla Bora che qui soffia impetuosa.

La Bora però è anche simbolo di casa, e l’ombra proiettata dà l’impressione che la donna si sdoppi quasi in due, a simboleggiare che anche se lontana, il suo cuore rimaneva in Slovenia con la sua famiglia.

Irena e la Famiglia Ipavez

Perché dedicare spazio alla famiglia di Irena?

Beh, innanzitutto perché sono persone meravigliose, accoglienti, disponibili.

Vivono tutti insieme nella grande casa che ospita anche la sala di degustazione, e anche se abbiamo intessuto rapporti soprattutto con Irena e Matija, abbiamo scorto i figli Vito e Iza e scambiato due parole con Vilma, moglie di Roman.

Prendi nota di questi nomi: sono davvero importanti per quanto riguarda i vini prodotti dall’azienda, e questo è il secondo motivo per il quale abbiamo voluto introdurti questa fantastica famiglia.

La Degustazione

Veniamo ora alla parte clou del racconto, e cioè ai vini.

Presso Lepa Vida potrai acquistarli, naturalmente, ma per farti un’idea più chiara di cosa preferisci puoi anche assaggiarli.

La degustazione avviene in una bella sala circondata da vetrate che affacciano sui vigneti e sulla proprietà, e l’atmosfera è davvero rilassante.

tavolo per la degustazione
Il tavolo pronto per la degustazione

Abbiamo assaggiato ben 8 vini, tutti deliziosi (e tra poco te ne parleremo meglio), e ad accompagnare il tutto un tagliere talmente ricco che non siamo riusciti a finire tutto quello che offriva.

Parliamo di prodotti davvero a Km 0, perché tutti realizzati proprio da Irena e famiglia o dai contadini dei dintorni.

Tartine, salumi, formaggi, una sorta di frittatine tipiche della Slovenia davvero deliziose…

C’era di tutto.

Ma ora passiamo ai protagonisti assoluti ed indiscussi della degustazione: i vini.

I Vini

Come ti dicevamo abbiamo assaggiato ben otto vini diversi, e durante l’esperienza Irena ce li raccontati uno per uno e ci ha guidati per abbinarli nel modo più corretto ai vari cibi.

I vini
Tutti e 8 i vini che abbiamo assaggiato.

Eccoteli qui.

Rosé

Abbiamo iniziato con un classico rosé, ma che in realtà di classico aveva poco.

Qui in Slovenia spesso infatti i vini vengono creati non da uve in purezza, ma mischiando fra loro vini diversi.

Ecco quindi che questo rosé viene prodotto da un delizioso mix di Barbera, Cabernet Sauvignon e Merlot.

Il sapore è molto fruttato e moderatamente dolce, ragion per cui si è sposato molto bene con il prosciutto crudo.

Zelen

In sloveno “zelen” vuol dire “verde“, e in effetti questo è il colore di questo vino tipico sloveno.

Il sapore è erbaceo e leggermente piccante, e va molto d’accordo con insalate e cibi freschi.

Sauvignon

Un vino incredibilmente aromatico e fruttato, dove anche chi, come noi, non si intende di vini percepirà prepotentemente il sapore di mango, papaya, frutto della passione e sambuco.

Si abbina bene con cibi a loro volta molto aromatici quali tartufi, funghi e asparagi.

Mi

Iniziamo con i riferimenti alla famiglia del Lepa Vida.

Mi” vuol dire “noi“, ed è il vino creato dall’unione dei due vini preferiti di Irena e Matija, ossia la Malvasia e il Sauvignon, per evitare di discutere su quale vino stappare a tavola.

Ma facci caso: M e I sono anche le iniziali dei nostri carinissimi ospiti: un “noi” davvero importante!

Il vino in sé è davvero particolare, elegante ed in grado di abbinarsi facilmente ad ogni cibo.

Malvasia

Stavolta parliamo di malvasia in purezza, ma realizzato secondo i canoni della valle istriana.

Sa di frutta secca, miele, mandorle, erbe mediterranee.

cantina Lepa Vida
L’azienda Lepa Vida, purtroppo in una giornata dal cielo cupo.

Ha un retrogusto un po’ amarognolo e sapido, e si sposa bene con pesce, pollo e frutti di mare.

Non è infatti un vino da dessert come da noi!

oOo

Questo acronimo strano sta per “out of office“, ed è quindi il vino ideale per rilassarsi con gli amici dopo una lunga giornata in ufficio.

E’ un vino molto particolare, certo non molto noto come tipologia in Italia.

Si tratta infatti di un Orange Wine, dal colore appunto aranciato ma, anche se proveniente da uve bianche, più simile a un rosso come sapore.

Questo perché l’uva bianca, al contrario di come si fa normalmente per produrre un vino bianco, non viene pressata e fermenta insieme alla buccia, aumentando i tannini.

Si tratta del tipico modus operandi da seguire per produrre un buon vino rosso, e applicato alle uve bianche origina proprio il vino orange.

Quello del Lepa Vida in particolare è un mix di Malvasia e Ribolla, e si abbina bene alla carne in generale e alla selvaggina in particolare.

Va servito ad una temperatura intermedia tra bianco e rosso, quindi a circa 15°C, e sebbena sia un vino legato alla tradizione slovena è ora diventato particolarmente trendy.

Vi

Vuol dire “voi”, ed è un termine che indica anche rispetto verso qualcuno, quindi verso gli ospiti e i clienti del Lepa Vida.

Ma non solo, perché anche stavolta la valenza è duplice: V e I sono le iniziali dei figli di Irena e Matija, Vito e Iza.

Dato che i figli per un genitore sono oro, l’etichetta di questo vino si differenzia dagli altri per essere proprio dorata.

Si tratta di un vino bianco 100% Chardonnay, barricato in botti di rovere, molto pregiato e con un retrogusto di vaniglia, caramello e biscotti al burro.

Probabilmente percepirai anche una nota affumicata, perché le botti in cui viene affinato sono anch’esse affumicate al loro interno.

Si abbina con formaggi stagionati e cioccolato fondente, e la troviamo una magnifica dedica da parte dei genitori ai loro bambini.

RV

Un vino rosso che porta le iniziali dei genitori di Irena, Roman e Vilma, ma che ha anche un chiaro rimando a noi camperisti.

RV infatti, come ben saprai, è la sigla che indica i veicoli ricreazionali, ossia i nostri camper, e questo perché proprio a noi è dedicato il camper stop di cui ti parleremo a breve.

Vino RV
Il coloro rubino dell’RV.

Si tratta di un vino rosso, un mix di Merlot e Cabernet barricato, dal retrogusto legnoso e un po’ piccante ma con anche accenti di frutti rossi e ciliegia.

Il Costo

Ancora non ti abbiamo detto quanto costa prendere parte a questa esperienza davvero gradevole e coinvolgente.

Beh, il prezzo è di 20€ a persona, senza alcun obbligo di acquisto dei vini.

Ma sarà difficile uscire a mani vuote: noi stessi abbiamo comprato un po’ di bottiglie, e ne ordineremo sicuramente altre online.

con il calice gigante
Noi e Irena con il calice gigante.

Da tradizione al termine della degustazione ti aspetta una foto di rito insieme ad un immenso calice in vetro.

Il Camper Stop di Lepa Vida

Da buoni camperisti non possiamo non parlarti del camper stop che si trova all’interno di Lepa Vida.

Esiste da 4 anni ed è in grado di ospitare su terreno ghiaioso fino a 6 camper (non tende né roulotte).

In realtà ci sarebbe spazio per qualche camper in più, ma parliamo di sei posti perché questi sono quelli che possono godere anche di allaccio elettrico alle colonnine.

Probabilmente però l’area sarà ampliata…incrociamo le dita!

camper stop
Asterix presso il camper stop.

Le piazzole affacciano sulla strada e quindi sul fronte della proprietà, ma la zona è davvero tranquilla e silenziosa.

Come dicevamo sono presenti le colonnine elettriche (0,50€/ 1 KWh) e non manca neppure il camper service, con grata a pavimento e colonnina per il carico dell’acqua potabile e lo svuotamento del wc chimico.

Il WiFi è gratuito, con password indicata all’ingresso.

camper service
Il camper service.

Tutto questo per 10€, pagamento della corrente escluso e che deve avvenire in monete presso la colonnina.

Un servizio davvero utile, il top dopo una bella degustazione di vini!

Lepa Vida: le Nostre Conclusioni

Abbiamo trascorso momenti davvero piacevoli da Lepa Vida, in compagnia di Irena e la sua famiglia.

Irena tra l’altro parla l’italiano molto bene, quindi potrà fornirti tutte le informazioni che ti servono non solo riguardo ai vini, ma anche su cosa vedere in Slovenia, dove mangiare, dove sostare…tutto.

I vini comunque sono ottimi, e siamo certi che da Lepa Vida torneremo ancora…magari proprio con il viaggio di gruppo in Slovenia insieme a Rotta 360!

Se vuoi più informazioni, contattaci…e alla prossima!

 

Lepa Vida Winery

Osek 4b, 5261 Šempas, Slovenia

Sito web: https://winetasting.lepavida.wine/

Video in Evidenza

Ultimi Articoli

Articoli correlati

Articoli più letti

Chiara Mandich
Chiara Mandich

Classe 1985, camperista dalla nascita, è sia l’autrice dei testi del sito che di alcune delle fotografie.