Eguisheim: Cosa Vedere nella Città Gioiello dell'Alsazia in Ogni Stagione

eguisheim cosa vedere
Eguisheim: cosa vedere in città in ogni stagione

Eguisheim si contende con Riquewihr il titolo di “Borgo più bello di Francia“, e noi di certo non sapremmo quale premiare tra le due.

Le colorate colombages di Eguisheim.

Entrambe sono magnifiche, magiche, quasi uscite da un libro di fiabe… e a Natale ancora di più.

Ma ora parliamo di Eguisheim, e di cosa vedere in questa splendida cittadina in tutte le stagioni.

Gli Scorci Più Pittoreschi

Partiamo con una passeggiata tra i vicoli acciottolati e circolari di Eguisheim che costituiscono la Rue des Remparts, giusto per assaporare un po’ di quella bellezza quasi irreale che la rende così speciale.

Intorno a te vedrai case a graticcio dai colori pastello, note col nome di colombages, ma anche botteghe e negozi dalle bellissime insegne in ferro battuto.

Ad Eguisheim vedrai tantissimi nidi di cicogne.

Noterai poi diverse cantine, soprattutto all’interno di cortili di stampo medievale.

Anche Eguisheim infatti, così come Riquewihr, fa parte della Strada dei Vini Alsaziana, e tutto intorno al borgo vedrai ettari ed ettari di vitigni.

Tra tutte le cantine presenti, noi abbiamo scelto di concederci un po’ di shopping tra bottiglie di rosé e di riesling presso Vins d’Alsace Joseph Freudenreich et fils, gestita da tre generazioni di viticoltori.

Ora prova ad alzare un po’ di più lo sguardo e ad osservare bene i tetti delle case.

Hai visto quanti nidi di cicogne?

La cicogna è l’animale simbolo dell’Alsazia, e qui ad Eguisheim è particolarmente amata e protetta.

La casa più fotografata di Eguisheim, vicino all’Auberge du Rempart.

Il luogo più fotografato di questo borgo da sogno alsaziano?

Si trova in Rue des Remparts Sud, ed è una casetta che al bivio tra due vicoli diversi.

La forma ricorda quella di una torre, e non potrai non notarla sia perché sempre presa d’assalto da fotografi amatoriali e non, sia per la cascata di gerani che ne adorna la scala esterna in legno.

Le Fontane

Ad Eguisheim c’è una fontana che è davvero speciale, ed è quella dedicata a St-Léon all’interno dell’omonima piazza.

E’ speciale perché, oltre ad essere davvero bella, si dice che sia la più grande di tutta la Regione.

La fontana di St-Léon, la più grande dell’Alsazia.

Ma quella di St-Léon non è l’unica bella fontana di Eguisheim: degne di nota anche quella della Piazza del Mercato (del 1557) e quella de la Porte Basse (più moderna e risalente al 1841).

I Castelli e le Chiese

Eguisheim è un borgo medievale cinto da mura a doppia parete, sorvegliato dalla bellezza di quattro castelli.

Già, hai capito bene: quattro manieri, ma di tre non restano che poche rovine.

Questi sono il castello di Dagsbourg, di Weckmund, e di Wahlenbourge, risalenti al XI e XII secolo.

Li potrai scorgere guardando verso le colline che circondano Eguisheim, mentre se vorrai raggiungerli dovrai imboccare una stradina pedonale che ti condurrà proprio sulla cime delle rispettive alture.

Il quarto castello è quello meglio conservato di tutti, e si affaccia proprio su Piazza St-Léon: è lo Château St-Léon.

Un recinto ottagonale del XIII secolo lo circonda ancora oggi e nelle sue stanze, che oggi ospitano mostre ed eventi, pare sia nato il Papa Leone IX a cui sono dedicati la piazza, la fontana, una cappella e lo stesso castello.

Ad onor del vero, il castello è anche noto col titolo di “Castello dei Conti di Eguisheim“.

Visto che un paio di righe più su abbiamo nominato la cappella, lasciaci parlare brevemente di un altro luogo sacro ad Eguisheim: l’Église Saints-Pierre-et-Paul.

Si trova nel centro storico della cittadina, e anche se l’esterno non attira poi così tanto l’attenzione, è al suo interno che potrai ammirare qualcosa di speciale.

Qui è infatti conservata la scultura di legno policromo chiamata “la Vergine che s’apre“, risalente al XIV secolo.

Fidati, merita una visita!

Le Case Colorate

Abbiamo citato le colorate case a graticcio tipiche dell’Alsazia, le colombages, qui declinate in un tripudio di colori pastello.

Ma a cosa si deve il loro aspetto particolare?

Noi lo abbiamo appreso seguendo un percorso rappresentato da vari pannelli numerati che si snodano lungo le vie interne di Eguisheim, dedicati ognuno ad un aspetto della storia della città.

L’evoluzione dei colori delle case di Eguisheim nei secoli.

Pare che i colori siano cambiati nel corso dei secoli, seguendo la moda del periodo.

Fino al XVI secolo infatti le facciate delle case erano dipinte sobriamente, per poi ricoprirsi di pigmenti costosi tanto quanto era ricco il proprietario della casa stessa.

In pratica i colori erano un segno distintivo della potenza economica della famiglia…

Poi venne la moda di ricoprire i colori con del cemento, anche e soprattutto per proteggere l’integrità della struttura degli edifici, per poi tornare al ripristino dei colori e dei graticci in legno ai giorni nostri.

Primavera: la Città Fiorita

Cosa vedere ad Eguisheim in primavera?

Tanti e tanti fiori, fiori ovunque!

Eguisheim fiorita a primavera

Ad adornare le finestre e i balconi, le fontane e gli angoli delle strade, le botteghe ed i cortili.

Durante la Pasqua poi fanno la loro comparsa tra i fiori anche i simboli tipici di questa festività: coniglietti, pulcini e uova colorate.

Estate: la Festa del Vino

Alla fine di agosto si tiene ad Eguisheim il Vignerons Festival, la Festa del Vino.

Di sera l’atmosfera è ancora più suggestiva.

Si tratta di un evento folkloristico a pagamento (sotto i 10€) durante il quale le degustazioni enologiche in cortili e cantine la fanno da padrone, ma non solo.

Ad allietare le giornate, dal mattino fino a tarda sera, anche musica, balli sotto le lanterne, assaggi di delizie tipiche alsaziane e bancarelle.

Autunno: tra Colori e Sapori

L’autunno è il momento della vendemmia e dei colori del foliage, ed Eguisheim non può certo farsi sfuggire l’occasione per celebrare nuovamente i suoi vini, in particolare l’Eichberg e lo Pfersigberg.

Piazza St-Léon sotto Natale.

Ecco perché in questo periodo si tiene la Festa del Vino Nuovo, con degustazioni di vino novello accompagnate da assaggi di frutta secca, tarte flambée, speck e funghi, sempre con accompagnamento musicale e mercatini.

A proposito di funghi: a fine ottobre ad Eguisheim si tiene anche un Festival dedicato ai funghi ed al tartufo alsaziano.

Inverno: i Mercatini di Natale

Sotto Natale non possono mancare i tradizionali mercatini!

Sono sparsi nelle piazze di Eguisheim, e in particolare trovano posto in Place du Château St-Léon.

Ci sono i banchetti che servono vin brulé, quelli che vendono addobbi natalizi per la casa, quelli che lavorano il legno e la cera…

Mercatini di Natale e luminarie.

Ai piedi del castello viene allestito un grande calendario dell’avvento, le cui finestrelle vengono aperte ogni giorno alle 18.00 da un giullare, mentre un altro figurante porta in giro gli spettatori lungo le vie di Eguisheim narrando loro racconti di epoche lontane e cantando melodie tradizionali.

Le luminarie si accendono al calar del buio, e le facciate colorate dei palazzi si ricoprono di nastri, fiocchi, orsetti ed addobbi tipici alsaziani.

Un’atmosfera davvero fiabesca, da vivere assolutamente se ami il Natale in tutte le sue sfumature.

Dove Sostare col Camper

Noi abbiamo pernottato presso il campeggio municipale di Eguisheim, il Camping Les Trois Châteaux a dieci minuti a piedi dal centro della città.

Eguisheim: le Nostre Conclusioni

Ad Eguisheim ci sono tante cose da vedere, sebbene il borgo sia piccolino.

Piccolino, sì, ma ricco di angoli e scorci pittoreschi, ricolmo di quell’atmosfera calma e tranquilla dei piccoli borghi alsaziani.

Tutto è pulito, tutto è in ordine, tutto è curato nei minimi dettagli.

noi ci siamo innamorati di Eguisheim durante il periodo di Natale, ma non vediamo l’ora di rivederlo anche nel corso delle altre stagioni dell’anni: siamo convinti che ci incanterà ancora e ancora.

Alla prossima!

Richiedi un preventivo personalizzato

Per un preventivo personalizzato, compila il form, il nostro tour operator sarà a tua disposizione per concordare  la formula ed il preventivo più adatti alle tue esigenze

Chiara Mandich
Chiara Mandich

Classe 1985, camperista dalla nascita, è sia l’autrice dei testi del sito che di alcune delle fotografie.

Ultimi Articoli

Ultimo video

Articoli correlati

Articoli più letti